Accesso Facebook “URL fornito non consentito dalla configurazione dell’applicazione”

Ho aggiunto l’accesso di Facebook al mio sito. Tuttavia, quando faccio clic sul pulsante, ottengo una casella rossa che dice:

Invalid Argument Given URL is not allowed by the Application configuration. 

Se continuo ad accedere, ottengo:

 API Error Code: 100 API Error Description: Invalid parameter Error Message: next is not owned by the application. 

Non sono sicuro di quale sia il problema. Ogni pensiero è apprezzato.

Le tue impostazioni devono essere errate.

Vai a http://www.facebook.com/developers/ e modifica l’applicazione su cui stai lavorando.

Nella scheda “sito web”, cerca “URL sito”. Questo dovrebbe essere impostato sull’URL del tuo sito web ” http://yoursite.com/

Tieni presente che se utilizzi i sottodomini, devi anche aggiornare “Dominio del sito” per essere “yoursite.com”

Puoi configurare un’applicazione per sviluppatori e impostare l’url su localhost.com:port Assicurati di mappare localhost.com su localhost sul tuo file hosts

Per me va bene

Controlla anche se ti manca il www nell’URL che era sul mio caso

stavo testando su http://www.mywebsite.com e nell’app per Facebook che avevo impostato su http://mywebsite.com

Stavo avendo questo problema mentre usavo un tunnel perché io:

  1. aveva l’url del tunnel: porta impostata nelle impostazioni dell’app FB
  2. ma stava accedendo al server locale puntando il mio browser su “http: // localhost: 3000”

una volta che ho iniziato a scrivere il tunnel url: port nel browser, ero a posto.

sto usando Rails e Facebooker, ma potrei aiutare gli altri allo stesso modo.

Ho continuato a ricevere questo errore, quando si utilizzavano sottodomini con caratteri jolly con la mia app. L’URL del sito era impostato su: http://myapp.com e dominio app anche su http://myapp.com e lo stesso valore per gli URI di reindirizzamento OAuth validi nella scheda Avanzate dell’applicazione Impostazioni. Ho provato diverse combinazioni, ma ho solo impostato http://subdomain.myapp.com come ha funzionato il valore di reindirizzamento, ovviamente solo per quel sottodominio.

La soluzione era di svuotare i campi di reindirizzamento, lasciarlo in bianco, che funzionava! 😉