Eot, ttf e svg sono ancora necessari nella dichiarazione font-face?

Fino ad ora, ho usato la syntax dei fontface a prova di proiettile di Paul Irish

Stavo solo cercando il supporto per i file .woff e .woff2 su caniuse e dice che woff è supportato in IE9 +. La maggior parte degli articoli su questo argomento risalgono al 2009, che al momento della stesura di questo libro era 7 anni fa. Abbiamo davvero bisogno di continuare a dichiarare ttf, otf, eot e svg quando woff ora gode di un supporto così ampio?

Risposta breve: no.

EOT è rilevante solo per IE8 e seguenti (anche se come trivia: fino a IE4. IE in realtà è stato pioniere dei webfonts) e i font SVG come tecnologia (da non confondere con i font OpenType con i profili SVG) sono stati abbandonati perché i limiti erano folle una volta i veri webfonts hanno iniziato a essere disponibili. A partire dal 2016 hai solo bisogno di WOFF . E WOFF2 se vuoi approfittare della nuova versione migliore di WOFF che è appena diventata una raccomandazione w3 (al momento di questa risposta).

Per semplificare le cose, a partire dal 12 gennaio 2016, Microsoft ha cessato il supporto per IE8 e versioni successive , con supporto limitato per IE9: ora supporterà solo l’ultimo browser disponibile per ogni SO ancora supportato, il che significa che IE9 non è più supportato per Windows XP , perché XP non è più supportato, ma è tecnicamente ancora mendicosamente supportato fino a quando Vista SP2 e Server 2008 R2 raggiungeranno la fine del supporto esteso rispettivamente nel 2017 e nel 2020. Ovviamente, per Windows Server 2008 il supporto webfont è irrilevante e la maggior parte delle aziende che utilizzano ancora una versione precedente di Windows ha saltato Vista, sia su Windows XP (a proprio rischio) o Windows 7 (che possiamo aspettarci che diventino tutti Windows 10 a luglio 2016, il 29 di cui è l’ultima data in cui le persone possono effettuare l’aggiornamento da 7 / 8.1-ma non da 8 a 10 gratuitamente).

(Modifica di aprile 2017: Windows Vista SP2 è uscito dal supporto questo mese e in quanto tale IE9 non è più ufficialmente supportato)

Per quanto riguarda TTF / OTF, non si vuole usare questi in linea più di quanto si vorrebbe usare le immagini TIFF piuttosto che JPG o PNG: anche se WOFF è “solo” un sottile involucro attorno a un dato TTF / OTF, WOFF / WOFF2 consentire la compressione dei dati, mentre OpenType non lo fa.

Inoltre, TTF / OTF sono universali non compressi universali (per i sistemi che supportano OpenType), e quindi vengono esaminati più dai browser per correttezza, specialmente dalle versioni di IE. Usando WOFF, che come un tipo di file rende esplicito questo è un W eb ( O penna) F ont ( F ormat), una forma meno severa di scrutinio significa che alcuni font che fallirebbero un passaggio di verifica OpenType di sistema potrebbero funzionare anche come webfonts (dovuto al fatto che non tutti i dati OpenType richiesti per universalità sono necessari affinché un font funzioni in un contesto web).

Infine, puoi ottenere una scelta nei formati WOFF: il formato 1, chiamato solo WOFF, è il formato precedente e utilizza la compressione basata su deflate , simile alla compressione PNG; e Format 2, chiamato WOFF2, che è il formato più recente con compressione basata sull’algoritmo brotli , e consente anche di “tagliare” un font in file separati per la consegna ottimizzata quando si gestiscono font unicode che supportano più lingue. Non hai bisogno di tutti i file allo stesso tempo, quindi distribuisci solo quei file che coprono gli intervalli Unicode necessari per una pagina specifica e mantieni le dimensioni della pagina e i tempi di caricamento un po ‘più in basso.

In conlusion: evviva la marcia del progresso, usa solo WOFF (o WOFF2).

Penso che l’uso di ttf sia sufficiente per tutti i browser e dispositivi moderni … Io stesso ho controllato ie firefox, chrome, opera, android mobile (kitkat, mashmallow) e iPhone (da 6 a 7 Plus). Sembra che TTF sia supportato da tutti i dispositivi sopra menzionati.