Qual è la differenza tra VARCHAR e CHAR?

Qual è la differenza tra VARCHAR e CHAR in MySQL?

Sto cercando di memorizzare gli hash MD5.

VARCHAR è di lunghezza variabile.

CHAR è una lunghezza fissa.

Se il tuo contenuto ha dimensioni fisse, otterrai prestazioni migliori con CHAR .

Vedi la pagina MySQL sui tipi CHAR e VARCHAR per una spiegazione dettagliata (assicurati di leggere anche i commenti).

CHAR

  1. Utilizzato per memorizzare il valore di stringa di caratteri di lunghezza fissa .
  2. Il massimo n. di caratteri che il tipo di dati può contenere è di 255 caratteri .
  3. È 50% più veloce di VARCHAR.
  4. Utilizza l’allocazione della memoria statica .

VARCHAR

  1. Utilizzato per memorizzare dati alfanumerici di lunghezza variabile .
  2. Il massimo che questo tipo di dati può contenere è fino a
    • Pre-MySQL 5.0.3: 255 caratteri .
    • In MySQL 5.0.3+: 65.535 caratteri condivisi per la riga.
  3. È più lento di CHAR.
  4. Utilizza l’allocazione della memoria dynamic * .

CHAR Vs VARCHAR

CHAR viene utilizzato per la variabile di dimensione a lunghezza fissa
VARCHAR viene usato per Variable Size Size Variable.

Per esempio

 Create table temp (City CHAR(10), Street VARCHAR(10)); Insert into temp values('Pune','Oxford'); select length(city), length(street) from temp; 

L’output sarà

 length(City) Length(street) 10 6 

Conclusione: per utilizzare lo spazio di archiviazione in modo efficiente, è necessario utilizzare VARCHAR. Invece CHAR se la lunghezza variabile è variabile

Una colonna CHAR(x) può avere solo esattamente x caratteri.
Una colonna VARCHAR(x) può contenere fino a x caratteri.

Poiché gli hash MD5 avranno sempre le stesse dimensioni, probabilmente dovresti usare un CHAR .

Tuttavia, non dovresti usare MD5 in primo luogo; ha conosciuto debolezze.
Usa invece SHA2.
Se hai password di hashing, dovresti usare bcrypt.

Varchar taglia gli spazi finali se i caratteri inseriti sono più corti della lunghezza dichiarata, mentre il carattere non lo è. Char riempirà gli spazi e sarà sempre la lunghezza della lunghezza dichiarata. In termini di efficienza, varchar è più abile in quanto riduce i caratteri per consentire un maggiore adattamento. Tuttavia, se si conosce la lunghezza esatta del char, il char verrà eseguito con un po ‘più di velocità.

Per ulteriori dettagli su questo, controlla:

http://www.allthingsdiscussed.com/More/Difference-between-char-and-varchar-in-mysql

Qual è la differenza tra VARCHAR e CHAR in MySQL?

Per le risposte già fornite, vorrei aggiungere che nei sistemi OLTP o nei sistemi con aggiornamenti frequenti è consigliabile utilizzare CHAR anche per colonne di dimensioni variabili a causa della ansible frammentazione della colonna VARCHAR durante gli aggiornamenti.

Sto cercando di memorizzare gli hash MD5.

L’hash MD5 non è la scelta migliore se la sicurezza conta davvero. Tuttavia, se si utilizza qualsiasi funzione di hash, si consideri invece il tipo BINARY (ad es. MD5 produrrà hash a 16 byte, quindi BINARY(16) sarebbe sufficiente invece di CHAR(32) per 32 caratteri che rappresentano cifre esadecimali. più spazio ed efficienza delle prestazioni.

Nella maggior parte degli RDBMS oggi sono sinonimi. Tuttavia, per quei sistemi che hanno ancora una distinzione, un campo CHAR viene memorizzato come una colonna a larghezza fissa. Se lo definisci come CHAR (10), nella tabella vengono scritti 10 caratteri, in cui “padding” (in genere spazi) viene utilizzato per riempire qualsiasi spazio che i dati non utilizzano. Ad esempio, salvando “bob” verrebbe salvato come (“bob” +7 spazi). Una colonna VARCHAR (carattere variabile) è pensata per memorizzare i dati senza sprecare lo spazio aggiuntivo che fa una colonna CHAR.

Come sempre, Wikipedia parla più forte.

CHAR è un campo a lunghezza fissa; VARCHAR è un campo di lunghezza variabile. Se si stanno memorizzando stringhe con una lunghezza variabile come i nomi, utilizzare un VARCHAR, se la lunghezza è sempre la stessa, quindi utilizzare un CHAR perché è leggermente più efficiente in termini di dimensioni e anche leggermente più veloce.

Di seguito sono riportate le differenze tra CHAR e VARCHAR:

  1. I tipi CHAR e VARCHAR differiscono per la memorizzazione e il recupero.
  2. La lunghezza della colonna CHAR è fissa alla lunghezza dichiarata durante la creazione della tabella. Il valore della lunghezza è compreso tra 1 e 255.
  3. Quando i valori CHAR vengono memorizzati, vengono riempiti a destra utilizzando spazi per una lunghezza specifica. Gli spazi finali vengono rimossi quando vengono recuperati i valori CHAR.

CHAR è una lunghezza fissa e VARCHAR è una lunghezza variabile. CHAR utilizza sempre la stessa quantità di spazio di archiviazione per voce, mentre VARCHAR utilizza solo la quantità necessaria per memorizzare il testo effettivo.

Il char è un tipo di dati di carattere a lunghezza fissa, il varchar è un tipo di dati di carattere a lunghezza variabile.

Poiché char è un tipo di dati a lunghezza fissa, la dimensione di archiviazione del valore char è uguale alla dimensione massima per questa colonna. Poiché varchar è un tipo di dati a lunghezza variabile, la dimensione di archiviazione del valore varchar è la lunghezza effettiva dei dati immessi, non la dimensione massima per questa colonna.

È ansible utilizzare char quando si prevede che le voci di dati in una colonna abbiano la stessa dimensione. È ansible utilizzare varchar quando si prevede che le voci di dati in una colonna varieranno in modo considerevole nelle dimensioni.

Char ha una lunghezza fissa (supporta 2000 caratteri), è stand for character è un tipo di dati

Varchar ha una lunghezza variabile (supporta 4000 caratteri)

Char o varchar- è usato per inserire dati testuali in cui la lunghezza può essere indicata tra parentesi, ad es. Nome char (20)

CHAR:

  • Supporta sia caratteri che numeri.
  • Supporta 2000 caratteri.
  • Lunghezza fissa.

VARCHAR:

  • Supporta sia caratteri che numeri.
  • Supporta 4000 caratteri.
  • Lunghezza variabile.

eventuali commenti …… !!!!